Nutrizionista

A cura dei Dr. Emilio Pignatelli

COUNSELING NUTRIZIONALE

ESAME METABOLICO

BIOIMPEDENZIOMETRIA

PER UN APPROCCIO MODERNO E FUNZIONALE NEI CONFRONTI DEL FENOMENO DELL’OBESITÀ, È INDISPENSABILE CONOSCERE LA COMPOSIZIONE CORPOREA DEL PAZIENTE.

 

Il peso corporeo è la risultante della somma della massa grassa, dei muscoli, delle ossa e dell’acqua.

Le variazioni del peso possono verificarsi sia per il comparto fluido ( l’acqua totale e la sua distribuzione dentro e fuori le cellule ) e sia per il comparto solido (grasso o muscoli).

La bioimpedenziometria è una metodica utilizzata per la determinazione della composizione corporea (massa grassa, massa magra, acqua totale).

 

 

 

IN QUALI SOGGETTI È INDICATO EFFETTUARE L’ESAME?

– ADULTI
– ANZIANI
– SPORTIVI
– ATLETI 
– SOGGETTI CON PATOLOGIA ACUTA E CRONICA

 

QUALI SONO I PARAMETRI MISURATI?

  1. ACQUA CORPOREA TOTALE
  2. MASSA GRASSA
  3. MASSA MAGRA
  4. METABOLISMO BASALE

 

MEDICINA ESTETICA VISO

  • BIORISTRUTTURAZIONE
  • IMPIANTI DI ACIDO IALURONICO
  • MODELLAMENTO VISO
  • OSSIGENO IPERBARICO
  • PEELINGS CHIMICI SUPERFICIALI
  • RADIOFREQUENZA

MEDICINA ESTETICA CORPO

  • MICROVIBRAZIONE COMPRESSIVA
  • AUMENTO TONICITÁ CUTANEA
  • CARBOSSITERAPIA
  • RIDUZIONE CELLULITE
  • TRATTAMENTO ADIPOSITÁ LOCALIZZATA

NUTRIZIONE CLINICA

  • ESAME METABOLICO BIOIMPEDENZIOMETRIA

 

Consulenza Gratuita

 

 

 

 

 

 

 

 


NUTRIZIONE

 

 

ALCUNI METODI DI RILEVAZIONE DELLA FORMA FISICA ORIGINARIAMENTE RISERVATI AL MONDO DELLO SPORT AGONISTICO, VENGONO SPESSO ADATTATI E UTILIZZATI ANCHE NEL SETTORE DELL’ESTETICA.

É il caso della tecnica della plicometria, chiamata anche esame plicometrico o antropo-plicometrico, uno dei piu’ diffusi e semplici test di valutazione funzionale. Nata per rispondere all’esigenza di molti atleti, questo test, per la sua semplicità, viene proposto anche in quegli Istituti che offrono interventi estetici e dietologici a persone in condizione di sovrappeso o di obesità.

NUTRIZIONISTA1L’esame plicometrico consente di determinare i cambiamenti che avvengono all’interno del tessuto muscolare, man mano che si procede con un programma di fitness o con sedute di massaggi manuali o meccanici.

Questo avviene mediante la misurazione della percentuale di grasso, da cui si può ricavare successivamente anche quella di massa magra (appunto i muscoli, ma anche ossa, tessuti e organi), poiché il tessuto muscolare può aumentare o diminuire, proprio a seconda dell’esercizio fisico che si svolge, ma anche della dieta di un individuo o in generale dello stile di vita, risulta chiaro che conoscere la propria percentuale di grasso può essere utile per stabilire cosa fare o cosa non fare, in palestra o a tavola, per condurre il corpo verso uno stato di forma fisica ottimale.

 

NUTRIZIONISTA4

L’importanza delle nutrizione nello sport

Se per uno sportivo  il sovrappeso significa inevitabilmente un minore rendimento durante la gara, per un qualsiasi soggetto i chili in più si traducono quasi sempre in malessere psicologico (portato dal “non piacersi”) o a volte fisico.

Motivazioni diverse, dunque, ma con una stessa finalità: riacquistare la “giusta composizione” del proprio peso corporeo.

 

PERCORSI DIETOLOGICI PERSONALIZZATI

 

Un sistema pratico e completo, per la valutazione e l’elaborazione di diete personalizzate, ideale per chi vuole avvicinarsi alla dietologia attraverso:

  1.   Realizzazione di piani di alimentazione completi valutando le esigenze e le abitudini di vita dei singoli individui).
  2. Prevenzione e cura delle patologie metaboliche e dei disordini alimentari.
  3. Insegnare a nutrirsi in modo corretto.

 

TUTTO NEL RISPETTO DELLE REGOLE DI SANA ALIMENTAZIONE E DEI DIVERSI FABBISOGNI NUTRIZIONALI.